Eventi  -  Redazione  -  Numeri arretrati  -  Edizioni SDP  -  Indice generale  -  Letture pubbliche   

  Indice   -[ Editoriale | Letteratura | Musica | Arti visive | Lingue | Tempi moderni | Redazionali ]-


Narrativa

La milleunesima notte di Alejandro Csar Alvarez, La chimera di Riccardo Lupo, Uomo-scimmia di Giuseppe Costantino Budetta, I fidanzati di Rossana D'Angelo, Teknostorie di Massimiliano Chiamenti

Poesia italiana

Questa rubrica aperta a chiunque voglia inviare testi poetici inediti, purch rispettino i pi elementari principi morali e di decenza...
poesie di Massimo Acciai, Maria Chiara, Rossana D'Angelo, Antonio Messina, Giacomo Occupati, Enrico Pietrangeli

Poesia in lingua

Questa rubrica aperta a chiunque voglia inviare testi poetici, in una lingua diversa dall'italiano, purch rispettino i pi elementari principi morali e di decenza...
poesie in lingua napoletana e pisana

La bacheca degli annunci assurdi

Una nuova rubrica tra l'aforistico, il poetico e l'umorismo..
Di Rossana D'Angelo

Recensioni

Non tutti i dubbi sono di plastica di Angelo Zabaglio
Un criceto al computer di Lenio Vallati - recensione di Massimo Acciai
Ojstro ("Il Tafano") di Ethel Lilian Voynich - recensione di Vladimir OKC
La leggenda dei pesci bambini di Francesco Bova
Atomico Dandy di Piersandro Pallavicini - recensione di Enrico Pietrangeli
Dovere d'allegria di Giulio Bogani - recensione di Lorenzo Carpentiero
La catena non si spezza di Franco Santamaria

Interviste

Intervista ad Andrea Moneti (autore di "1527")
di Massimo Acciai

Convegni

I Balcani e l'Europa: l'uomo senza confine
di Marco Bazzato

Vango per passione

di Tommaso Novi


Vango la terra e mi sfogo.
la rimugino, la batto, la sbriciolo e mi ci ritrovo,
non sono un contadino
vango per passione.

Con gesto anto
le mano
stringo 'r mnio
'r piede
pigio sur pallonzolo
bo la terra, c'entro dentro... ah bene!

I lombrii 'un vanno amazzati
sta' attento a 'lombrii.
Prendo 'n mano 'na zolla
grassa e profumata
l'annuso e poi la strizzo... ah bene!

Toh lombrio! Godi!
T'aiuto a bu, t'aiut' 'and pi ffondo
tieni
la merda der cane ti do
t'aiuto, aiutami, trasformala.

Vango per passione
mi rammenta 'r mi babbino
vango e mi sfogo.

Dev'esse quer sno sordo
quer vibro
che m' arriva ner piede puntellato sur pallonzolo
si strappa la radicina
si sbriciola 'r sassino
l che dovento scemo.

Non sono un contadino
lui dura fata
si sfonda 'r groppone e si maola le mani
Io godo e basta.

Alla terra 'un ni 'hiedo frutti
'un ni do 'semi
la bo, la rivorto, la sciupo ma con garbo.

Perch 'bimbi scavano le be?
Cosa cercano?
Io lo so
'un cercan nulla
scavano
per passione.

Dev' esse 'r piac di ved 'r voto dove prima 'un c'era
-"Bimbo l' hai fatto te quer pop di bo?"-
-"Si l' ho fatto io!... che pop di ba t' ho ffatto!"-
Ecco
tutto l.

NOTA: E' un p un esperimento: non si tratta proprio di vernacolo ma di un pisano semplice, ripulito. quel pisano di dentro le mura che si venuto formando dal dopo guerra nel tentativo di una "de-contadizazzione" linguistica.

Segreti di Pulcinella - © Tutti i diritti riservati